Ferri a caccia del poker nella sua Sperlonga

Tre volte vincitore assoluto il pilota di Arcugnano tornerà al via dell’appuntamento laziale, una sua seconda gara di casa, nell’intento di difendere il numero uno.

Luca Ferri e Ronde di Sperlonga, un matrimonio che ha quasi sempre portato buoni frutti, a partire dal trittico di successi assoluti firmati nel passato.

Primo ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro dell’appuntamento in provincia di Latina nel 2009, raddoppiando la posta con l’alloro del 2010, il pilota di Arcugnano ha dovuto poi aspettare sino al 2018, passando dalla Ford Focus WRC alla Ford Fiesta WRC, per calare il triplete.

Un palmarès che, in vista di una tredicesima edizione che andrà in scena il prossimo fine settimana, lo candida di diritto nella rosa dei pretendenti al gradino più alto del podio.

 

“Sperlonga è casa mia” – racconta Ferri – “ed è dove la mia famiglia ha le proprie radici quindi è naturale che, pur essendo nato a Vicenza, senta con particolare emozione la partecipazione a questa gara. Ho vinto qui le prime due edizioni e l’ultima regolarmente disputata, lo scorso anno purtroppo la gara è stata annullata all’ultimo per problemi non dipendenti dall’organizzazione, quindi è comprensibile come possa avere un bel mirino puntato sulla schiena. Avendo vinto l’edizione del 2018 mi presenterò come quello da battere ma, pur conoscendo bene il percorso, non sarà certamente una passeggiata. Sarà una dura battaglia.”

 

Tramontata l’era delle World Rally Car anche Ferri, pur essendo profondamente legato ad una tipologia di vetture che gli ha regalato numerosi successi come il titolo nell’International Rally Series 2011, ha ceduto al passaggio di consegne, esordendo quest’anno al volante di una R5.

 

“Le WRC resteranno sempre nel mio cuore” – sottolinea Ferri – “perchè con loro ho passato gli anni più belli, a livello di affermazioni importanti, della mia carriera. Quest’anno ho deciso di mettermi in gioco anche io, ripartendo da zero con queste nuove R5. Dopo un Benacus passato cercando di capire siamo usciti da un Dolomiti con un approccio ben più positivo. Prova dopo prova, gara dopo gara, ci sto prendendo mano e voglio essere competitivo qui.”

 

Ad attendere il vicentino, in quel di Sperlonga, ci sarà una Skoda Fabia R5 Evo, messa a disposizione da Delta Rally, team campione italiano in carica, e condivisa con Doriano Maini.

Classico il format di gara, pur essendo stata spostata nella vicina Fondi la sede logistica della partenza e della service area, con l’immancabile prova speciale “La Magliana” (9,90 km) che sarà percorsa per quattro tornate consecutive nella sola giornata di Sabato 18 Dicembre.

 

“Amo questa prova speciale” – conclude Ferri – “perchè è una strada larga e veloce, caratterizzata da curve al cardiopalma ed incastonata in uno scenario da favola. La classe R5 ha avuto il merito di aumentare il livello della sfida perchè, ad ogni gara, si trovano un numero considerevole di avversari. Basti pensare che l’ultima R5 iscritta a Sperlonga avrà il numero trentasette. Daremo il massimo per cercare di tornare sul gradino più alto del podio assoluto.”